Portugal on the road (a fumetti)

Portugal on the road (a fumetti)

by -
0 1150

Sono passati quasi cinque anni, ormai, eppure lo ricordo come fosse ieri il momento in cui aprii per la prima volta Portugal e finii in un vortice di linee ingarbugliate innamorandomi perdutamente di Cyril Pedrosa e del mondo dei romanzi grafici. Col senno di poi, il mio amore per i graphic novel non poteva che iniziare con questa storia on the road, con i pensieri di Simon, il protagonista di Portugal, che viaggia fra queste tavole alla ricerca di una via di fuga e di un posto dove cullare il proprio animo, un luogo che ritroverà proprio fra i colori caldi del paese europeo che se ne sta lì a prendere folate di vento in riva all’oceano.

LEGGI ANCHE  Qui e un po' ovunque.

Perché Portugal inizia con un viaggio e termina con una cartolina. Simon, fumettista che ha perso la passione e l’amore per la propria vita e il proprio lavoro, si ritrova a vivere in un limbo dal quale non sa più come uscire, uno stato fisico e mentale che causa insicurezza, ostacolando le relazioni prima con se stesso e poi con gli altri. È da questa scomoda situazione che la storia comincia ed è in questo stato d’animo che Simon parte dalla Francia per il Portogallo, in occasione del matrimonio di una cugina. Il viaggio, inaspettato e quasi costretto, diventa invece un modo per fare tutto ciò che Simon non si sarebbe mai aspettato tra cui affrontare il padre da cui per anni è stato distante e riscoprire quei luoghi che sono il passato della sua famiglia e, tutto sommato, le sue origini, il motivo per cui determinate scelte sono state prese mentre altre si sono trasformate in rimpianti.

1443569279_pedrosa
È incredibile come spesso, quando non sappiamo dove cercare, sia sufficiente guardare là fuori per trovare un appiglio che ci rivoluzioni la vita. È un viaggio, un incontro, un nuovo modo di vedere le cose: per Simon è ritrovare e riscoprire, con occhi nuovi, le proprie origini, i luoghi che aveva dimenticato e che il bambino in lui, invece, aveva vissuto con l’ingenua gioia di chi ancora non sa cosa sia il futuro.

LEGGI ANCHE  Non fidatevi di Lisbona

E improvvisamente, senza fare troppi spoiler, Simon si ritrova con la voglia di tornare a disegnare, a scoprire, a innamorarsi: a essere. Cyril Pedrosa, in Portugal, ci regala un paese dove l’amore e l’accoglienza sono al primo posto, ci rende partecipi di un viaggio che è soprattutto una crescita interiore, il desiderio di non smettere di cercarsi e studiarsi, a qualsiasi età e in qualsiasi momento della propria vita.

LEGGI ANCHE  Freezer, un fumetto di Wes Anderson (circa)

Titolo | Portugal

Autore | Cyril Pedrosa

Casa Editrice | Bao Publishing

Anno | 2012

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

SIMILAR ARTICLES

NO COMMENTS

Leave a Reply