Su e giù per le mura venete di Bergamo

Su e giù per le mura venete di Bergamo

by -
2 2321

Di cunicoli nascosti per Città Alta e viaggi in funicolare

Era da tanto che non passeggiavo per le vie di Bergamo.  Negli ultimi anni sono sempre stata qua e là, addirittura ho passato tante serate in territorio nemico, a Brescia, eppure c’è proprio poco da fare: passeggiare fra le vie della mia città è sempre una meraviglia. E non parlo solo del Sentierone e dei Propilei, o di via XX Settembre con i suoi negozi e librerie, parlo di quella parte più alta della città che la sera, quando si arriva dall’autostrada, è completamente illuminata e pare una piccola fortezza, così orgogliosa eppure tanto timida racchiusa come sta fra le sue mura.

orobie
Photo credit: Orobie.it

Costruite tra il 1561 e il 1588, le mura venete di Bergamo hanno tantissimo da raccontare, non solo storicamente parlando. Certe sere, al calar del sole, il panorama che si può ammirare lungo il loro perimetro è talmente romantico che a qualche pazzo, ne sono certa, è sicuramente saltato in mente di chiedere alla propria compagna di sposarlo e passare il resto della sua vita con lui. Ai meno sentimentali, invece,  sarà spesso capitato, soprattutto d’estate, di brindare con gli amici proprio lungo le mura dove nei mesi più caldi dell’anno vengono organizzati eventi e serate a base di alcolici e salamelle alla griglia (quelle non mancano mai). Ce n’è per tutti i gusti, insomma, e per tutti i tipi di divertimento: dalla passeggiata romantica alla sbronza dell’anno, la Repubblica di Venezia ha fatto decisamente un buon lavoro.

LEGGI ANCHE  Milano da ammattire

Erano i tempi dell’America, dei grandi viaggi oltreoceano, della scoperta del pomodoro, del cacao e del mais. Per la Serenissima stava iniziando un periodo di declino nel dominio dei commerci marittimi e, a causa di ciò, pensò bene di concentrarsi sui traffici verso il centro dell’Europa. Come ultima fortezza  del proprio territorio, Bergamo si dimostrò una città chiave per i commerci della Repubblica di Venezia tanto da convincere la Serenissima a difenderla nel migliore dei modi da quei balordi di vicini di casa che si ritrovavano: il Ducato di Milano. In effetti, come una piccola Alsazia o Lorena (fortunatamente con molti meno cambi d’identità),  anche Bergamo ebbe i suoi pretendenti tanto da diventare protagonista di numerose battaglie nei primi due decenni del XVI secolo. Un punto strategico, insomma, che doveva essere difeso e trasformato in fortezza: il risultato lo si può ammirare ancora oggi.

BG
Dagli alberi lungo le mura – Photo credit: Nellie Airoldi (2009)

Da porta San Giacomo a porta Sant’Agostino e lungo tutto il loro perimetro, le mura venete di Bergamo nascondono tantissimi segreti. Per i più avventurosi, infatti,  o per chi preferisce farsi una bella sfacchinata prima di riempirsi la pancia di cose buone, le mura offrono un tour guidato più che speciale: basterà chiamare il Gruppo Speleologico Bergamasco Le Nottole che vi guiderà nella scoperta di un mondo sotterraneo fatto di cunicoli, passaggi interni, cannoniere e cisterne.

Ma come raggiungere le mura dai piedi di città Alta? Per i più sportivi e amanti delle passeggiate, da Bergamo bassa ci sono diversi sentieri che si districano lungo la collina fino a raggiungere le porte delle mura. Ma il viaggio più suggestivo, e più breve, rimane quello fatto in funicolare, il mezzo pubblico più amato da tutti i bambini (e non solo!) nati nella bergamasca. Costruita nel 1887, la funicolare a doppio binario è ancora in uso e renderà la vostra salita ancora più suggestiva: dalle vetture potrete ammirare la maestosità delle mura venete (che solo dai loro piedi rendono veramente in grandezza e splendore) senza scordare, però, di buttare un occhio anche sulla città bassa che piano piano lascerete ai vostri piedi.

Saranno solo sassi e mattoni ma provate a trascorrerci una domenica pomeriggio: non ve ne pentirete.

LEGGI ANCHE  Una mattina alla Rotonda della Besana a Milano
Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

2 COMMENTS

Leave a Reply