Questo non è un articolo che scherza sul Molise che non esiste....

Questo non è un articolo che scherza sul Molise che non esiste. Forse.

by -
0 383

Mini tour del Molise tra borghi e piatti da non perdere.

Termoli borgo mare
Termoli, borgo antico e mare

Forse quella sul Molise che non esiste è la battuta più abusata di sempre. Così abusata che si è dotata anche di una versione internazionale declinata in Molisn’t.

Quante volte avete sentito dire, infatti, che il Molise è una regione tutta da scoprire? Poche, probabilmente.

A questo proposito, il pastificio La Molisana in un articolo di approfondimento ha sfatato il famoso modo di dire dimostrando che non è affatto vero che il Molise “non esiste” e mettendo in luce tutti i punti di forza di questa bellissima regione italiana.

Per contribuire al riscatto di questa terra piccola e sorprendente è il caso di elencare alcuni dei luoghi e delle zone da non perdere, senza trascurarne la cucina. Anzi.

LEGGI ANCHE  "Basilicata coast to coast", frittata'n blues

Le tre cose da non perdere

Ed ecco a voi dunque tre tappe obbligatorie per un piccolo tour del Molise, tra montagna e mare, per portare con sé un ricordo indelebile di questa regione:

Castelpetroso. Incastonato su un colle, tra le valli di Bojano e Carpinone, Castelpetroso è un centro popolato da poco più di mille persone, con un borgo medievale davvero incredibile e suggestivo. Intorno all’anno mille vi venne costruito un castello progettato dai Longobardi che oggi ne è diventato il simbolo.

Venafro. Detta città delle trentatré chiese per il numero di luoghi di culto presenti sul suo territorio, Venafro è un altro borgo ricco di storia, le cui origini risalgono addirittura al popolo italico dei Sanniti, che combatté nel III secolo a.C. contro Roma – indovinate chi ha vinto. La zona, comunque, è conosciuta anche per essere stata teatro di aspri combattimenti tra i tedeschi e gli Alleati durante la Seconda Guerra Mondiale. Circondata da mura, anche Venafro ha il suo castello d’ordinanza; nel centro, poi, trovate un anfiteatro, un teatro e tracce di un acquedotto romani. 

Termoli. Volete visitare il Molise senza rinunciare al mare? A Termoli si può: questa città mescola la storia e la tradizione con una natura più moderna e improntata al turismo – comunque non di massa. La bellezza del mare di Termoli non potrà non stupirvi (no offense, Puglia), così come il Castello Svevo e la cattedrale ospitati nel centro storico della città.

LEGGI ANCHE  La Lozère, il Molise della Francia
castelpetroso molise
Castelpetroso, Molise

Il Molise esiste (anche a tavola!)

Sentiamo spesso parlare di piatti caratteristici di alcune regioni, mentre le specialità di altre sono decisamente meno note. Il Molise – incredibile ma vero, eh? – rientra in quest’ultima categoria, sebbene la sua tradizione culinaria abbia tanti piatti gustosi e assolutamente degni di nota. 

Tra le paste più famose del luogo ci sono i creoli alla molisana, simili agli spaghetti alla chitarra: nella ricetta tipica vengono conditi molto semplicemente con pancetta, aglio, cipolla e pecorino grattugiato, una rivisitazione di quella che a Roma è conosciuta come gricia. 

Da assaggiare assolutamente anche i cavatelli e i maccheroni, mentre tra i secondi va provato l’agnello, preparato solitamente con cacio, uova e olive secondo la tradizione locale (oppure aromatizzato con aglio, lardo, vino bianco e rosmarino, nella versione più caratteristica di Termoli). 

Al di là poi di un interminabile, vario e sempre buonissimo elenco di affettati, salumi e formaggi nostrani, il Molise offre anche piatti di pesce come il baccalà con le verze e le patate, i calamaretti ripieni, i merluzzi alla marinara, i polpi secchi e le cozze ripiene.

E ora provate a dire che non esiste. 

Bon appétit.

 

[guest post, #IP]

 

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply