Lost in Light | Sriram Murali e le stelle

Lost in Light | Sriram Murali e le stelle

by -
0 972

L’amore tra l’uomo e le stelle ha dato vita alle cose più meravigliose.
Le abbiamo suddivise in costellazioni colme dei più svariati significati mitologici, dando addirittura un nome ed un pezzetto di noi ad ognuna di essa. Per secoli le stelle hanno legato insieme le comunità, vegliato sulle sorti e guidato gli uomini nei lunghi viaggi per mari e deserti come silenziose amiche fidate, sempre presenti.

E oggi?
Oggi di questa unione straordinaria sembra non essere rimasto più nulla.

Se da una parte le scoperte astronomiche hanno ampliato la nostra conoscenza teorica dell’universo, dall’altra, i progressi tecnologici sembrano aver distrutto quasi ogni legame con quel “mondo più grande” che per secoli ci ha tanto ispirati.
Le notti buie sono ormai sconosciute e i satelliti gps hanno sostituito le stelle nel nostro orientarci nel mondo. Insomma, anche se qualcuno legge ancora l’oroscopo come passatempo, la verità è che siamo lontani più che mai dalle stelle.

Per aspera ad brillanza? Fonte: srirammurali.com

Nella maggior parte delle città il cielo sembra vuoto: vediamo solo una strana foschia che assomiglia al bagliore spettrale dei racconti distopici più angosciosi.

Siamo così abituati a questa foschia – che in realtà si chiama brillanza – che la reale gloria di una notte buia è del tutto oltre la nostra immaginazione, e in fondo, ci fa anche tanta paura. Eppure, sopra la lugubre volta della nostra paura si trova ancora l’universo maestoso in tutta la sua bellezza e ce lo ricorda molto bene il filmmaker Sriram Murali con il suo Lost in Light che ci mostra gli effetti negativi dell’inquinamento l’uminoso sui cieli delle città. Un problema ancora poco conosciuto in Italia, ma che potete approfondire sul sito dell’associazione CieloBuio.
Alla fine, gli esseri umani non soffrono meno gli effetti dell’inquinamento luminoso rispetto agli uccelli che cinguettano di notte vicino ai lampioni: in un senso molto reale e poco figurato, l’inquinamento luminoso ci porta a perdere di vista il nostro posto nel mondo, ci fa dimenticare la scala del nostro essere, che sarebbe meglio tornare a misurare contro le dimensioni di una notte profonda invece che con il vago grigiore della foschia luminosa e le luci sempre accese delle insegne pubblicitarie.

Provare per credere.

 

 

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply