L’estate italiana del 2020: 6 itinerari on the road con automobile .it

L’estate italiana del 2020: 6 itinerari on the road con automobile .it

by -
0 612

Diciamocelo: a un certo punto quasi non ci speravamo più, e invece è arrivata. L’estate 2020 è iniziata e sembra quasi un miracolo.

Lo sappiamo che la situazione contingente ha finalmente offerto una scusa a tutti quelli che si sono sempre ripigliati alle prime luci di agosto per provare a organizzarsi una vacanza accettabile (e spesso con ottimi risultati, alla faccia di noi organizzatori maniacali), ma tant’è: pare che quest’anno a bordo della barca dei ritardatari ci siano molte più persone!

Se a viaggiare in Italia, secondo le ultime rilevazioni statistiche, sarà infatti l’83% dei cittadini, a oggi un italiano su quattro è indeciso e non ha ancora scelto dove andare in vacanza.

LEGGI ANCHE  Viaggi impossibili (?) | 5 posti clamorosi che forse non visiteremo mai

Consolante eh? Ma per fortuna c’è chi pensa a quegli indecisi: il portale automobile.it – che, per chi non lo conoscesse, è un sito di annunci di auto usate, nuove e a Km 0 – ha pensato bene di tracciare e proporre agli indecisi sei itinerari on the road, ognuno da srotolare comodamente sull’asfalto della penisola nell’arco di una giornata, per provare a vivere un’avventura su strada nel nostro Paese.

Sempre i dati ci dicono che il 2020 è anche l’anno delle gite fuori porta: il 34,4% degli italiani se ne concederà almeno 2 o 3 durante l’estate, il 21% partirà ogni 2 settimane mentre quasi l’11% sta pensando di viaggiare ogni weekend, forse per la netta sensazione che sia poco saggio – per ora – pianificare viaggi elaborati e di maggior durata (se ci state leggendo, comunque, trovate la nostra mail per invitarci ai vostri finesettimana nella sezione “contatti”).

Greve in Chianti

I 6 percorsi proposti da automobile.it partono dal Nord. Si comincia con un tour nella zona di Torino tra le montagne piemontesi: poco più di 200 km da Ivrea fino al confine francese. Il secondo itinerario proposto parte invece da Milano per avventurarsi alla scoperta dei borghi medievali e dei laghi della Lombardia.

In alternativa, si può optare per i nostri amati colli bolognesi (vespetruccateannisessanta ecc ecc), tanto famosi quanto affascinanti: 122 km tra borghi e paesini, luoghi d’arte e di tradizioni culinarie uniche tra tortellini, tartufo bianco e gnocco fritto.

Un consiglio da appassionati di cinema: se lo farete prima di settembre, provate a non perdervi la sala cinematografica più bella del mondo, quel Sotto Le Stelle del Cinema in Piazza Maggiore che anche quest’anno – non si sa come – sta trasformando in una magia le notti estive di chi è rimasto a sudare nella Dotta (e d’altra parte: “Bologna è una regola”, diceva quello).

LEGGI ANCHE  Ferrara è una festa mobile (semicit)

Spostandoci nel centro Italia, invece, non poteva mancare il paradiso della cucina laziale: i Castelli Romani che – oltre al buon cibo – offrono però anche tanta storia: questa è la zona dei borghi arroccati sui Colli Albani tra castelli e ville romane, che arriva sino alle sponde dei laghi di Albano e di Nemi, ideali per escursioni e relax in mezzo alla natura.

Scendendo invece al Sud: da Napoli ci si può mettere in viaggio verso il mare della costiera amalfitana alla volta di luoghi storici come Pompei ed Ercolano, passando per l’incredibile Reggia di Caserta senza dimenticarsi di gustare i prodotti locali come gli scialatielli all’amalfitana e le alici di Cetara (fame fame fame).

E per finire l’immancabile Puglia: da Bari ci si può spingere sino a meravigliose città d’arte come Rutigliano, per arrivare infine alle incantevoli scogliere di Polignano a Mare. Quest’ultima si appoggia in cima a una falesia di tufo che spunta direttamente dalle acque che si trovano circa 25 metri più sotto. Un paesino tutto rannicchiato su un litorale calcareo, pungente e poroso, a picco su un mare di incredibile bellezza.

Negli itinerari dettagliati disponibili sul sito automobile.it è possibile trovare non solo le relative mappe e indicazioni stradali, ma anche una selezione dei principali luoghi di interesse lungo i percorsi e una serie di curiosità interessanti.

C’è solo l’imbarazzo della scelta anche quest’anno, insomma.

E chi se lo sarebbe mai aspettato?

LEGGI ANCHE  Nel blu dipinto di più: Polignano

 

 

[guest post, #IP]

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply