In un mondo dove i cinema si chiudono, a Milano apre Il...

In un mondo dove i cinema si chiudono, a Milano apre Il Cinemino

by -
0 23670
“Un cinema. Un bar. A Milano nasce Il Cinemino, la sala di quartiere che parla internazionale. Un luogo d’incontro e proiezioni selezionate, in uno spazio creativo e accogliente dove incontrarsi e far nascere nuovi progetti”

E poi, nulla, ti svegli un giorno e hanno aperto un cinema sotto casa tua. A Milano. In Porta Romana.

Capito? In un mondo in cui i cinema si chiudono, a Milano un gruppo di amici decide di aprirne uno.

Wait, whaaat?!

Sul serio. Anzi, ad essere precisi, non è solo un cinema. E’ proprio un Cineminonomen omen – di 75 posti a sedere e un bar.

Ma a chi verrebbe mai in mente di aprire un “cine-circolo” nel 2018?

L’abbiamo chiesto direttamente ad Agata De Laurentiis (no, non è parente), membro della squadra e vero cuore pulsante del Cinemino.

Agata De Laurentiis

Iniziamo dalle domande d’obbligo: chi c’è nel team del Cinemino? Come vi è venuta l’idea?

Siamo in nove. Nove amici e una passione in comune. A dir la verità, è qualcosa che ci ronzava in testa da moltissimo tempo ma non avevamo ancora trovato coraggio e forza per lanciarci. Poi, sarà l’età, l’incoscienza o un sogno che diventa esigenza, abbiamo deciso di buttare il cuore oltre l’ostacolo.

E l’hanno fatto veramente. E in grande stile: al loro crowdfunding hanno partecipato più di 500 persone nel momento in cui scrivo, tra cui Valerio Mastandrea, dedicando una poltrona di Il Cinemino in ricordo di Claudio Caligari.

Del resto, lo sappiamo tutti. Milano è il posto giusto per un progetto come il vostro, ma indubbiamente è anche quello con maggiore concorrenza. Ad esempio, è stato inaugurato di recente il nuovo Anteo Palazzo del cinema in zona Garibaldi che propone soluzioni all’avanguardia e “di massa”. Che cosa vi differenzia dagli altri?

Più si parla di cinema più si crea pubblico. Questa per noi è la chiave di tutto. Non ci sentiamo in concorrenza con nessuno, anzi, ci sentiamo parte di un meccanismo virtuoso che vuole riportare il cinema al centro della cultura milanese come già successo in altri ambiti.

Cinema richiama cinema, insomma.

A quale tipo di pubblico vi rivolgete? (dai, non vale dire “a tutti” perché non è vero)
Formulo meglio la domanda: chi vorreste vedere nel vostro Cinemino? Ragni e Visigoti sono ammessi?

Vorremmo vedere gente. Questa la prima cosa! Gente che torna perché apprezza la programmazione, gente che si diverte, gente che parla di cinema, che commenta e che partecipa. Gente che sta, nel senso che si ferma a bere dopo e prima di una proiezione e che possa far sedimentare quello che ha visto trasformando la visione in esperienza.

Ah, e poi vogliamo i cani! Da noi possono entrare!

Ecco, sui ragni abbiamo ancora perplessità, ma i cani ce l’hanno fatta! Grandi, è una cosa bella.




Avete già in mente il tema di una rassegna che farete?

Abbiamo tantissime idee e molti progetti. Per ora ancora non ci sbottoniamo anche se una cosa la possiamo dire: daremo tanto risalto ai cortometraggi.

E questa sì che è una notizia! Ale Pig ci senti? Finalmente qualcuno leggerà Short Tuesday

LEGGI ANCHE  Milano da ammattire

Si può dire in anteprima un film che proietterete e perché?

Vi diciamo quello con cui partiamo: Faihtfull di Sandrine Bonnaire, (Francia, 2017, I Wonder Pictures).
Perché? Bè, perché è una sberla rock!

E il bar! E il bar! Che cos’è un cinema senza cibo? Sarà aperto colazione-pranzo- cena? Perché se sì, ditelo subito che io smetto di cucinare. (Non che abbia mai iniziato veramente, ndr)

Ahah, non proprio ma quasi. Il bar per ora sarà aperto dalle 14.00  fino alla chiusura del cinema. Insomma, dalla merenda all’ammazza caffè.

Va bene, forse per la colazione posso arrangiarmi.

Passiamo alle vere trattative. Quanto ci offrite per cedervi il copyright dello strudel senza gloria di Tarantino? 

Facciamo uno scambio? Noi vi diamo la ricetta del “Milano -Torino” (cocktail del Cinemino)

Qui sopra, io che rifletto sulle trattative.

E, infine, la nostra domanda di rito: cos’è per voi il “sale della vita”?

Fare le pazzie. Fare quelle cose che ti costringono a dire “Perché l’ho fatto! Perché, perché, perché!” e poi ti fermi, ci pensi un attimo e ridi!

Eccoli, i 9 del Cinemino

In bocca al lupo, ragazzi!

E un grazie sincero a Sara per la sua disponibilità e gentilezza.

 

INFO UTILI:

Segui Il Cinemino online:
Facebook.com/IlCinemino
Instagram.com/IlCinemino
Canale YouTube

Come arrivare:
Via Seneca 6 – Milano
MM3 Porta Romana
Tram 9 Viale Montenero – Via Pier Lombardo
Bus 62 Piazzale Libia
Mappa: https://goo.gl/maps/v1tqsotkcKp 

Il Cinemino ha aperto ufficialmente il 10 febbraio 2018!

LEGGI ANCHE  Una mattina alla Rotonda della Besana a Milano
Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply