A ondate, il surf a fumetti secondo AJ Dungo

A ondate, il surf a fumetti secondo AJ Dungo

by -
0 518
A ondate, AJ Dungo

C’è una cosa del surf che mi ha sempre affascinato tantissimo e allo stesso tempo messo un’ansia pazzesca: l’attesa. Puoi essere il più bravo o il peggiore, puoi essere nel luogo perfetto o un po’ meno ma chiunque tu sia, con una tavola in mano, dovrai aspettare il momento giusto, quello che non puoi farti scappare, e appena lo vedrai dovrai scattare, velocissimo. A ondate di AJ Dungo, l’ultima novità portata in libreria da Bao Publishing, racconta questa lunga attesa, sì, ma sotto tantissimi punti di vista differenti che sono quelli dell’amore, del carpe diem e dell’ultimo saluto.

LEGGI ANCHE  La Distanza di Baronciani e Colapesce, un graphic novel per andare al mare
A ondate _ AJ Dungo

Siamo in California ma anche in tante altre parti del mondo. Il viaggio di AJ inizia nella primavera del 1800, alle Hawaii, “dove tutta l’isola giocava tra le onde” già due secoli fa. Da quelle origini, AJ Dungo ci porta avanti e indietro nel tempo, raccontando la storia del surf con una passione che nemmeno lui sapeva di avere e che si ritrova a sentire nel cuore grazie anche a Kristen, il suo più grande amore.

Perché le onde assumono un significato tutto nuovo nel momento in cui la ragazza di cui è innamorato diventa finalmente la sua dolce metà, una relazione che nasce con messaggini scambiati al telefono e che diventano reali quando anche la malattia di Kristen si trasforma in un segno indelebile sul suo corpo. Il senso di attesa, da quel momento, diventa ancora più importante, un confine fra la vita reale e quello immaginario, fra ciò che si sogna di poter continuare e fare e ciò che invece i limiti della malattia portano con sé.

Quella di A ondate è una narrazione struggente, una storia che lascia un segno profondo negli animi e guida il lettore a più riprese, proprio come un’onda, a riflettere sul significato della vita, sull’importanza di godersi ogni singolo giorno perché sarà drammatico, sì, ma forse potrebbe essere davvero l’ultimo. A guidare il racconto sono tavole colore del mare che si alternano ad altre color della sabbia per un mix di passato e presente ben identificato e rappresentato dai due colori come a voler tracciare una linea di separazione fra una biografia del surf e i ricordi di un amore importante.

LEGGI ANCHE  Fiume Lento - Un viaggio lungo il Po

La bellezza di A ondate è la possibilità di scavare sul fondo del mare per cercare le radici del surf, della popolazione hawaiana e di ciò che il turismo ha portato nell’isola nei secoli ma è anche un modo per ritrovare la propria strada, rispettare la bussola e trovare il proprio Nord. AJ Dungo costruisce così una storia di dolore, di una passione che scava nell’animo e che richiede le forze di mente e corpo per reagire. È una promessa (mantenuta!) di raccontare una vita con le sue mille sfumature, con i fatti non vissuti e quelli che invece hanno fatto palpitare il cuore fortissimo.

Titolo | A ondate
Autore | AJ Dungo
Casa editrice | Bao Publishing
Anno | 2020

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply