Stan Getz & Charlie Byrd | Samba Triste

Stan Getz & Charlie Byrd | Samba Triste

by -
1 1876

Samba Triste e Bossanova, panorami domestici e latinoamericani

Pochi strumenti sono in grado di riempire la mancanza di parole come il sax.

Stan Getz è uno che di parole non ne usa, d’altronde era un bossanovista e la bossanova è il genere un po’ sornione che permette di dire certe cose indicibili in maniera distaccata, senza lasciar intendere quanto sia vera la saudade,  quanto  sia manierismo o posa, abitudine allo spazio e al tempo e alla proverbiale nostalgia.

Il sax di Stan Getz è completamente, definitivamente morbido ed espressivo, squisitamente languido e godereccio.

heloisa_pinheiro
Heloisa Pinheiro che ispirò “The Girl from Ipanema” “Tornando indietro, non ho mai pensato che sarei diventata vecchia”

 

Ne viene un’atmosfera di enormi silenzi, caratterizzata da un dondolante languore e una malinconica ironia, frutto di un vivido mondo interiore. Si tratta di una tematica più che sperimentata, basti pensare alle atmosfere calde e piene di Tristeza de nos Dois di Sergio Mendes e a Folhas Seca: la casa è irrimediabilmente, nostalgicamente vuota e il bicchiere di vino, disgraziatamente pieno. 

LEGGI ANCHE  La bossa nova e la sua saudade

La bossanova è un genere pigramente malinconico, pensieroso e vissuto, perfetto nei momenti di rilassatezza e apertura in cui l’attenzione è focalizzata su un godibile presente, piuttosto che su un futuro poco delineato. Questo genere di musica non sforza e non spinge, si limita, pigramente, a cullare perdendo la vena collettiva del samba e acquistando un particolare significato intimo, contemplativo.

Come tanti pezzi jazz, Samba Triste nasconde un nucleo diverso oltre l’apparente spontaneità: è musica essenzialmente sofisticata che può andare bene per una mezz’ora amabile, o da ascoltare e riascoltare e riascoltare ancora. Versatile e in un certo modo imprevedibile, è un sottofondo piacevole ma non banale.

Rispetto all’energia travolgente del jazz classico, allo spasimo sofferente del blues, la bossanova è una delle rare espressioni di una pace a cui dà voce il sax, che rimane avvolgente e vellutato, pieno di passionalità.

Che comunque caldo fa caldo.

8436542019354

La bossanova di Stan Getz, Charlie Byrd e Gilberto evoca spettinati  e torridi scenari latinoamericani e contemporaneamente, ha il particolare aroma di cornici domestiche concrete: Jazz Samba, la prima fortunata collaborazione di Getz e Byrd , servì al sassofonista statunitense a pagare le tasse universitarie dei figli, mentre la voce incerta e dolcemente flebile di The Girl from Ipanema,  contenuta nel capolavoro Getz/Gilberto, appartiene a Astrud Gilberto, che fino al momento dell’incisione del brano era una casalinga brasiliana che faceva da interprete al marito.

I due furono amanti, in una di quelle situazioni imprevedibili ma non improbabili, scatenate dalla calura estiva. Il sinergismo, l’afa, il panorama urbano, la saudade.

La bossanova è musica tranquilla, della tranquillità degli animi sicuri. Non c’è spazio o tempo per spasimi e gesti inconsulti,  ma solo la profumata percezione del raggiungimento di un equilibrio sinfonico e interiore. Vuoi le esperienze, vuoi la maturità che non hanno bisogno di tante parole. Vuoi che la parola, la spiegazione è il linguaggio della testa, mentre la musica creola accompagna l’entropia del disordine creativo.

Stan Getz
I have always been driven by a taut inner spring which has propelled me to almost compulsively reach for perfection in music, often – in fact, mostly – at the expense of everything else in my life

 

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

1 COMMENT

Leave a Reply