3Some, una danza di vita e di morte

3Some, una danza di vita e di morte

by -
0 182

di Tommaso Fermariello con Gianluca Bozzale, Tommaso Fermariello, Sofia Pauly regia di Martina Testa, compagnia La Petite Mort Teatro.

Ph. Credits: Giacomo Moceri - courtesy Venice Open Stage

Io ho un segreto.
Quando ero bambino ero ossessionato dalla paura della morte.
La pensavo al buio, quando andavo a dormire.
La pensavo accoccolato su mio padre, sentendo il suo cuore battere.
La pensavo ascoltando le notizie del telegiornale.
Poi un giorno mia mamma mi ha messo davanti un bicchiere di acqua verde.
Acqua e menta. <<È la pozione contro i cattivi pensieri>>, mi ha detto. Vedrai.
Era vero. Non ci ho più pensato.”

Non è semplice parlare con leggerezza della morte ad una comunità il cui principale proposito è celarne l’ingombrante presenza.

Ci prova coraggiosamente 3some, opera scritta da Tommaso Fermariello ed interpretata dallo stesso insieme ai compagni Gianluca Bozzale e Sofia Pauly per la regia di Martina Testa.
Due giovani innamorati, che appena si affacciano alla vita, si trovano all’improvviso faccia a faccia con una incombente fine: la malattia terminale di uno dei due amanti.
Eppure, nonostante la tragicità degli eventi, un testo dinamico e brillante conduce la platea alla risata.
Un riso amaro e controverso per l’assenza del sollievo che caratterizza l’ilarità quando un evento inatteso, che turba per un momento la nostra vita, se ne va.

 

Ph. Credits: Giacomo Moceri – courtesy Venice Open Stage

Non c’è sollievo nel non avere scampo, tuttavia ridere delle cose serie rende lo spettatore più lucido e, in qualche modo, più consapevole. Gli unici momenti in cui non c’è nulla da ridere sono quelli in cui scorgiamo le cose per come sono, e sembrano proprio come dovrebbero essere: i momenti in cui la vocina acuta della morale tace e non abbiamo bisogno di essere cinici per zittirla.
L’autore disegna una vita che si contrae, prova a risalire la china ma, inevitabilmente, fallisce.
Ci mostra l’entusiasta speranza, la luce, che lotta per rimanere accesa. Riesce in questo intento l’energico Bozzale, che lotta fino all’ultimo respiro per una salvezza che non sarebbe mai arrivata.
Affida al personaggio interpretato da Fermariello il fardello della cruda realtà che combatte strenuamente con il sentimento, in una contorta tensione tra lotta, amore, fuga. Consegna, infine, ad una intensissima Pauly, l’ultimo rigurgito di vita, l’incalzante crescendo d’un “Volta la carta” che mette la vita del giovane uomo tra le mani dell’oscuro oblio.

LEGGI ANCHE  Il Teatro di Sabbath, Philip Roth indecente
Ph. Credits: Giacomo Moceri – courtesy Venice Open Stage

3Some è a tutti gli effetti un quadro in cui colori diversi si mescolano, mostrando le infinite possibilità, la cromatura del caso, l’incredibile banalità della meraviglia incorniciate da una estrema fragilità.

*

3some è uno spettacolo di Tommaso Fermariello

regia di Martina Testa

con Gianluca Bozzale, Tommaso Fermariello e Sofia Pauly

Produzione La Petit Mort Teatro

Anche tu puoi sostenere SALT! Negli articoli dove viene mostrato un link a un prodotto Amazon, in qualità di Affiliati Amazon riceviamo un piccolo guadagno per qualsiasi acquisto generato dopo il click sul link (questo non comporterà alcun sovrapprezzo). Grazie!

NO COMMENTS

Leave a Reply